Internet senza pensieri

Ho piacevolmente provato un modo per navigare e leggere la posta senza problemi, usando una macchina virtuale.

Il problema: sul mio computer ho di tutto: ricordi, dati personali, documenti faticosamente creati, appunti, lezioni e chi più ne ha e più ne metta, oltre alla collezione di foto di una vita.

Il solo pensiero che il tutto possa correre dei rischi a causa del primo virus che capita mi mette i brividi, e penso che questa sia una situazione condivisa da tutti quelli che usano il computer.

Per cominciare ho scaricato dal sito Microsoft il programma "Virtual PC 2004", ora scaricabile gratuitamente.

L’ho installato ed ho fatto partire il wizard per creare una macchina virtuale (basta cliccare il tasto "nuovo…": l’ho chiamata "internet" ho scelto la posizione dove salvarla ed alla richiesta del sistema operativo ho risposto Win 98, ho scelto 128 mega di RAM ed ho configurato il disco rigido virtuale.

Ho fatto partire l’emulatore con il CD di Win98 nel lettore ed ho fatto partire la formattazione del "disco" e la lunga procedura di installazione.

Al termine della serie di boot ho scelto dal menù "Azione" dell’emulatore la voce "Installa/aggiorna Virtual Machine Additions" che "imbroglia" l’emulatore infilando un CD con una serie di driver da installare.

Questi driver consentono alla macchina virtuale di "comunicare" con la macchina reale, in particolare si può definire una cartella presente sul disco fisso "vero" come un unità disco dell’emulatore, in modo da scambiare dati tra una macchina e l’altra e soprattutto per salvare dele cose non volatili (ad esempio la posta elettronica)

Per saltare la procedura di avvio del sistema si può "congelare" lo stato della macchina e salvarlo in un file accessorio.

Ho configurato la cartella "Documenti" in modo che si trovi sul disco "vero"

Ho installato il minimo indispensabile: Acrobat 4 (per i PDF), WinRar (ZIP, RAR ecc.) e PPView.

Fatta la configurazione per il modem (va prima reso visibile all’emulatore nel menù di configurazione) ho fatto partire Explorer per due volte senza collegarmi (la prima va alla pagina di benvenuto, la seconda a quella dell’aggiornamento) e poi ho definito l’home page che preferisco.

Siccome Outlook ha un modo complicato per definire la posizione della cartella in cui tenere le email, per la ricezione e spedizione della posta ho usato il vecchio Eudora Light 3, e l’ho configurato per usare la cartella "posta" dei documenti.

Completato il tutto, sono uscito salvando lo stato della macchina virtuale (maiuscolo destro ed F4) e mi sono ritrovato su disco un file di 400 mega con Windows ed i programmi, più altri file di configurazione, ed ho salvato la cartella su un CD in modo da avere un punto di ripristino.

Ho copiato ed incollato la cartella, ho rinominato la nuova cartella "copia" ed ho scritto un programmino BAT per far partire l’emulatore (nuovo-documento di testo e l’ho nominato internet.bat – nota: la visualizzazione delle estensioni dei file deve essere attivata):


@echo off
rem faccio partire l’emulatore ed aspetto che finisca
rem il nome è quello scelto in fase di creazione
rem in questo caso "internet"

start /w internet.vmc

rem ripristino della macchina virtuale

copy ..copia*.*

echo Macchina virtuale ripristinata
rem fine programma


Ed ora la magia: cliccando su questo programmino, parte la macchina virtuale nello stato in cui l’ho salvata, quindi sempre nuova, mi collego ad Internet, installo tutti i worm e virus esistenti sul pianeta fino a far apparire lo schermo blu, esco dalla macchina virtuale, torno al mio computer bello pulito e quando voglio riconnettermi faccio ripartire l’emulatore e lo ritrovo come nuovo!!!

Unica avvertenza: attendere il termine della copia prima di far ripartire l’emulatore

La cosa funziona benissimo quando si ha un modem a 56K e si è stufi ogni volta che ci si collega di aggiornare Win, aggiornare l’antivirus, l’anti spyware, il firewall… il traffico adesso è solo quello che genero io scaricando la posta e navigando.

Ovviamente la cosa ha delle limitazioni più o meno aggirabili, le nomino in ordine sparso

– i cookie vengono cancellati, devo reinserire le password per i siti oppure navigo, copio il cookie nella cartella "documenti", esco ed attendo la fine della copia per cancellare eventuali worm (bastano pochi secondi di collegamento!!). Faccio partire direttamente la console di Virtual PC (non dal BAT!), rientro nella macchina virtuale, copio il cookie dai documenti alla cartella di Explorer, salvo lo stato della macchina e poi copio i files della cartella "internet" nella cartella "copia" per salvare queste modifiche

– non posso usare programmi tipo Emule che tengono la connessione aperta 24 su 24: dopo qualche ora c’è un tale brulicare di virus che la banda non è sufficiente per scaricare nulla

– non posso usare giochi 3D, la scheda emulata è praticamente una VGA senza accellerazione, il minimo sindacale per usare internet

– se scarico un programma infetto, lo salvo nei documenti e poi come un bagonghi lo eseguo sul computer "reale", infetto il mio computer…

Spero di essere stato abbastanza chiaro. Buona navigazione!!!

 
 
Vi aspettavate qualche illustrazione? Una foto vale mille parole, ma occupa tremila volte più memoria….

764 Visite totali, 2 visite odierne

Ti sono stato utile? Ringrazia cliccando lo sponsor qui sotto.
Do you liked my post? Please say "thank you" by clicking this ad.